IL PROGETTO DEL SITO “SLOW FOOD VALDINIEVOLE E NON SOLO…”

Per quanti non la conoscessero, Slow Food è un’Associazione che, partendo dalla centralità del cibo e dal diritto al piacere, ha elaborato una filosofia che raccoglie in sé innumerevoli temi fondamentali quali la difesa della biodiversità, dell’ambiente, della salute e della legalità, la tutela del suolo, del paesaggio e del suo patrimonio storico e artistico, la cultura del bello, la dignità del lavoro e il profondo valore, anche in termini economici, dell’agricoltura familiare. In poche parole, una filosofia di vita, che è modo di essere e di sentire.

A febbraio l’Istituto “Marchi” di Pescia ha avuto l’input di elaborare un progetto legato a Expo 2015, il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione e ha coinvolto la Condotta Slow Food Valdinievole. Il tema poteva essere affrontato da innumerevoli punti di vista e in mille modi diversi e non era poi così scontato che a farla da padrone fossero i princìpi del Cibo Buono, Pulito e Giusto essenza del pensiero Slow.

IL PROGETTO “VALDINIEVOLE FOR EXPO” PER LA COSTRUZIONE DI UN’INTELLIGENZA AFFETTIVA NEL TERRITORIO

Il progetto “Valdinievole For Expo” così come si presenta nella sua forma attuale è il frutto di non pochi incontri che hanno visto partecipi rappresentanti del corpo insegnanti dell’Istituto “Marchi” e soci della Condotta Slow Food Valdinievole. I quali si sono subito trovati in sintonia sul fine da raggiungere: valorizzare il territorio attraverso i suoi prodotti enogastronomici d’eccellenza secondo la filosofia di Slow Food e nell’ottica dei contenuti di Expo. Ma una volta individuato l’obiettivo, come attuarlo? Quali erano i punti di forza da cui partire e le debolezze da colmare? Da un lato, un’immensa risorsa: professori e studenti di un Istituto superiore che metteva a disposizione competenze di informatica, di discipline giuridico economiche, di economia aziendale e di lingua inglese. Dall’altro, una Condotta vivace che “peccava”, però, sotto l’aspetto della comunicazione. E così, parlandone insieme, abbiamo concordato che il progetto “Valdinievole For Expo” poteva consistere nella realizzazione di un sito internet, di social e di una App relativi al territorio secondo la filosofia Slow. Fondamentali in questa fase sono risultati Antonella Giusti e Roberto Giomi, soci della Condotta Slow di Lucca ed esperti di comunicazione, cui ci siamo rivolti per avere dei consigli su come costruire il portale. Confrontandoci con loro ci siamo allontanati dall’idea iniziale, quella di impostare noi invece che i ragazzi l’homepage del sito che avrebbero dovuto realizzare usandoli, per così dire, come semplice manovalanza. Cambiando completamente prospettiva, abbiamo guardato al progetto come a un’opportunità di crescita per gli alunni. E abbiamo deciso di proporci loro come un “cliente”, uno dei tanti con cui avranno a che fare una volta catapultati nel mondo del lavoro. Ossia… se Slow Food Valdinievole avesse voluto realizzare il proprio sito e i propri social e si fosse rivolta a una vera agenzia pubblicitaria, quest’ultima avrebbe dovuto studiare e capire “il prodotto” e cercare il modo migliore per proporlo… Ecco, l’idea era di metterli di fronte a un lavoro vero, non indotto da noi ma creato da loro. Un impegno notevole, sicuramente più grande di quello che avevamo pensato inizialmente ma indubbiamente più formativo e molto più coinvolgente… Dunque il fine ultimo del progetto è divenuta la costruzione di un legame tra le esperienze, le intelligenze e le sensibilità del territorio – quella che Slow Food definisce l’INTELLIGENZA AFFETTIVA come motore di valorizzazione di una comunità.

ALLA SCOPERTA DEL MONDO SLOW

Fondamentale, dunque, che i ragazzi conoscessero i contenuti su cui lavorare e si approssimassero ai principi e ai progetti dell’associazione con la Chiocciolina.
A tal fine sabato 11 aprile 2015 è stata organizzata la trasferta delle Classi V^ sez. “E” Informatica e III^ sez. “C” Economico al Mercato della Terra di Montecatini. In tale occasione i ragazzi hanno conosciuto Giulio Malvezzi, Responsabile Slow Food dei Presìdi Fagiolo di Sorana e Pecorino della Montagna Pistoiese e Referente Tecnico per BIODIVERSITÀ E FILIERA CORTA per la Toscana, che ha parlato di Slow Food agli studenti introducendoli poi, con una visita al Mercato, alla scoperta dei veri protagonisti del progetto “Valdinievole For Expo”, i prodotti e i produttori del territorio!

UN TUFFO IN EXPO

Giovedì 28 maggio 2015 la classe III ^ C – RIM insieme a rappresentanti della Condotta Slow Valdinievole e del Comune di Montecatini, capofila del progetto, si è recata a Milano all’Expo. La gita è culminata nella visita del padiglione di Slow Food dove gli studenti hanno incontrato Lorenzo Berlendis, vicepresidente di Slow Food Italia, che ha rilasciato un’intervista evadendo alle loro curiosità.
Nell’arco dei mesi, inoltre, Roberto Giomi e Antonella Giusti si sono più volte confrontati con i ragazzi fornendo loro preziose indicazioni tecniche – oltre che di contenuti – per la realizzazione del portale.
E i ragazzi sono stati così coinvolti dal progetto che hanno dato vita a ben quattro proposte di siti web…

LA PRESENTAZIONE

http://www.itcmarchi.it/sito/wp-content/uploads/2015/06/Schermata-2.png

Le quali proposte sono state presentate dai ragazzi stessi lunedì 8 giugno 2015 nei locali dell’Aula Magna dell’Istituto “Marchi” alla presenza di molte autorità politiche, del Fiduciario della Condotta Slow Food Valdinievole e, naturalmente, dei Professori coinvolti nel progetto.

WORK IN PROGRESS

Al momento al sito lavora, dimostrando una grandissima professionalità, Davide Paolini che il prossimo anno scolastico frequenterà la classe V^ sez. “E” – Informatica dell’Istituto “Marchi”. Cercando di riprendere e valorizzare il meglio dei quattro elaborati realizzati, sta nascendo questo sito: “Slow Food Valdinievole e non solo…” dove ‘non solo’ sta a significare una non chiusura a ciò che, pur esulando in senso stretto da un punto di vista territoriale dalla Valdinievole, ad essa appartiene per tradizioni o emotività.
Il progetto è ambizioso perché la Vadinievole è veramente un territorio di eccellenze. Il suo olio, il suo vino, i Presìdi Slow Food del Fagiolo di Sorana e del Pecorino della Montagna Pistoiese, sono solo alcuni dei prodotti che meritano di essere conosciuti. La vallata, poi, è ricca di realtà ricettive e di ristorazione piccole ma “sane” degne di essere indagate così come la bellezza dei luoghi di essere palesata anche tramite percorsi eno-gastronomici. Infine, a Montecatini è nato nel 2013 il Mercato della Terra, uno dei progetti più cari a Slow Food, che vede partecipi una ventina di produttori di tutta la Valdinievole ancora profondamente legata alla piccola agricoltura familiare che garantisce un Cibo Buono, Pulito e Giusto.
Adesso che il sito è nato, inizia il lavoro più impegnativo: “camminare il territorio” per far conoscere meglio ciò che già si conosce e dare rilevanza alle infinite realtà di qualità che esistono e aspettano solo di essere scoperte. E se questo è compito della Condotta Valdinievole, compito dei ragazzi sarà supportare le aziende tramite lo studio e l’implementazione delle più appropriate tecniche di marketing e l’utilizzo delle nuove tecnologie informatiche e di rete al fine di promuovere e accrescere la visibilità e la conseguente fruizione anche turistica delle eccellenze del territorio, valorizzandole e rendendole “navigabili” da tutti: italiani e stranieri. Si! Perché il sito avrà anche la versione in lingua inglese!!!

RINGRAZIAMENTI

Oltre che agli sponsor del progetto, le aziende Brandani Gift Group e 01Informatica ambedue di Pescia, i ringraziamenti vanno agli studenti – in particolare ai ragazzi delle Classi V^ sez. “E” Informatica, III^ sez. “C” Economico e a Davide Paolini – e agli insegnanti dell’Istituto “Marchi”, dal Dirigente Scolastico, Prof. Massimo Fontanelli, a Oria Mechelli e Patrizia Perulli, Docenti di Discipline Giuridico-Economiche, a Emanuel Luchetti e Nicola Soldani, Docenti di Informatica, a Liana Pennacchioni e Francesca Fumagalli, Docenti di Lingua Inglese, e a Monica Gaggiottini, Docente di Economia Aziendale. Naturalmente si ringraziano sentitamente i Comuni di Pescia, Montecatini Terme, Monsummano, Montecarlo e Uncem Toscana (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani), partners del progetto e Antonella Giusti, Roberto Giomi, Giulio Malvezzi e Fiorella Grossi, soci Slow Food, che sono stati “strategici” in alcuni passaggi del lavoro. Un ringraziamento particolare al Presidente di Slow Food Italia, Nino Pascale, al Vice Presidente, Lorenzo Berlendis, e a Fabrizio della Piana.

IL BELLO DEL PROGETTO “VALDINIEVOLE FOR EXPO”

Valdinievole For Expo” è un progetto importante. Lo è perché ha permesso ai principi di Slow Food e di Expo di entrare nel mondo della scuola sensibilizzando le nuove generazioni su temi fondamentali come l’importanza dell’alimentazione e il rispetto del pianeta. E lo è perché ha dato prova della disponibilità di soggetti tanto diversi quali la scuola, i comuni, le associazioni e i privati a dialogare e interagire senza difficoltà per la realizzazione di un bene comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *